SCELTA DELL'AEREO E DEL TIPO DI BIGLIETTO


Dopo il tragico 11 Settembre 2001 si è verificata un progressiva riduzione dei voli diretti dall'Italia alla Thailandia. Ciò è dovuto non tanto ad una effettiva contrazione del traffico passeggeri verso l'Oriente, quanto alla necessità per la maggior parte delle compagnie aeree di ridurre spese e personale.
Purtroppo, mentre nella quasi totalità degli stati europei le compagnie nazionali hanno mantenuto i voli diretti con la Thailandia (vedi Air France da Parigi, British Airways da Londra, Lufthansa da Francoforte), la nostra compagnia di bandiera, con evidente miopia commerciale, ha scelto di utilizzare un impossibile collegamento da Milano Malpensa via Bombay, comprendente anche una "sosta" di 6 ore nella città indiana.
Fino a marzo 2002 era possibile utilizzare i voli diretti dell'australiana Qantas, partner aereo dell'Alitalia. Peccato che da tale data, per raggiungere Bangkok con questo vettore, sia necessario arrivare fino in Australia, per poi ritornare indietro.

A fronte di questi dati, oggi la Thai Airways si trova ad avere quasi il monopolio dei voli diretti tra Italia e Thailandia, con la conseguenza che, a fronte di una scarsità di posti, si assiste ad un aumento dei prezzi. Speriamo almeno che la Thai Airways continui a mantenere l'elevato standard di servizio che fino ad ora l'ha caratterizzata.

Questo monopolio è messo ora in discussione dalle iniziative della China Airlines che, oltre ad offrire un ottimo servizio a prezzi molto economici, ha annunciato voli diretti Roma-Bangkok (partenze ogni lunedì, mercoledì e venerdì a bordo di moderni Airbus A340-300, durata del volo circa 10 ore).
Non è quindi facile suggerire in modo univoco quale compagnia aerea utilizzare, in quanto senza dubbio la scelta della stessa è condizionata principalmente dal budget personale del singolo viaggiatore, dalla capacità di adattamento e dal tipo di promozioni che una linea può temporaneamente proporre.

In ogni modo, per fare una scelta oculata, occorre tenere conto di alcuni fatti essenziali:
- durata del volo : un volo diretto impiega dalle 9 alle 11 ore per coprire la tratta Roma Fiumicino (FCO) - Bangkok Don Muang (BKK), sembrano poche, ma, se passate su di un aereo con servizi scadenti, sedili scomodi e aria viziata, vi potranno sembrare le più lunghe della vostra vita.
- scali intermedi : tranne la Thai Airways, tutte le compagnie effettuano quasi sempre degli scali intermedi, solitamente nella capitale del paese d'origine; sovente questi cambi di aeromobile sono un vero e proprio incubo, sia in caso dir mancanza di tempo (short connection time) dove vi troverete a correre lungo un aeroporto sconosciuto mentre il vostro aereo sta già scaldando i motori, sia in caso di lunghe attese dove potrete bivaccare per ore in un aeroporto deserto e privo di servizi o, ancora peggio, attendere il vostro volo in una località dell'Est europeo, magari in pieno inverno e senza possibilità di uscire dall'eventuale albergo (Balkan, Aeroflot).
- durata totale del viaggio : a fronte delle 10 ore medie di un volo diretto, quasi sempre notturne, un volo con più scali può richiederne molte di più fino ad arrivare anche a 36 ore totali che dovranno, per forza di cose, venire detratte dalla vostra permanenza in Thailandia.
- costo del viaggio : bisogna ricordare che al costo puro del biglietto andranno sommate tutte le spese di traferimento relative alla tratta domicilio- aeroporto e viceversa, spese che talvolta possono essere rilevanti; la maggior parte delle compagnie europee include nel prezzo del biglietto il trasferimento da un qualsiasi aeroporto italiano all'aeroporto di partenza del volo intercontinentale (Air France, Lufthansa, British Airways), mentre la Thai Airways include,ma non sempre, il volo A/R (con Alitalia) da un qualsiasi aeroporto italiano a Roma Fiumicino e viceversa.
Ecco alcuni esempi di possibili voli:


d.e. : durata del viaggio effettiva

I prezzi variano, e di parecchio, a seconda della agenzia di viaggi a cui ci si rivolge e, soprattutto, a seconda della compagnia aerea prescelta. Per quanto riguarda gli acquisti di biglietti tramite Internet, abbiamo avuto modo di osservare che, tranne qualche sporadico last minute, i prezzi si discostano pochissimo da quelli ufficiali pubblicati dalle singole compagnie e sono sempre molto più cari di quelli che si riescono a spuntare in una qualsiasi agenzia di viaggi.

La nostra raccomandazione è quindi quella di verificare disponibilità di volo e posti su internet, ma comunque rivolgersi ad una agenzia di viaggi di fiducia, meglio se collegata alla compagnia aerea prescelta, chiedendo quotazioni e tariffe favorevoli. Ricordatevi che le tariffe ufficiali pubblicate si riferiscono al costo puro del biglietto se acquistato direttamente in aeroporto, esistono poi numerose tariffe agevolate a cui solo gli agenti di viaggio hanno accesso.

Non esitate a programmare il vostro viaggio; è sempre preferibile "prenotare" il volo almeno uno o due mesi prima della partenza in modo di non incontrare sorprese; ricordate che effettuare un booking non costa nulla e non comporta penalità in caso di ripensamento; è possibile effettuare booking contemporanei su compagnie diverse e, in un secondo tempo, scegliere quella con le condizioni più favorevoli; non è possibile, invece, eseguire piu' booking sullo stesso volo da agenzie di viaggio differenti.

Mettendo per un momento in secondo piano il budget di spesa, a nostro avviso, è preferibile spendere qualche euro in più e non rischiare di fare un viaggio scomodo o, ancora peggio, di perdere un sacco di tempo in inutili e stressanti stop-over.
Se consideriamo che la distanza da Roma (FCO) a Bangkok (BKK) è di 5.493 miglia (8.841 chilometri) e che quindi la durata del volo non-stop sarà di 9-10 ore all'andata e di 11-12 ore al ritorno (la differenza è dovuta alla diversità della rotta di andata, più diretta che passa a sud dell'Iraq e dell'Iran, da quella di ritorno, più lunga dovendo passare a nord, nonchè allo sfruttamento delle correnti d'alta quota), è facile intuire che, soprattutto poichè si è in vacanza, conviene passare queste ore di viaggio nel miglior modo possibile.

Nel caso in cui intendiate utilizzare per i vostri spostamenti all'interno della Thailandia, o per raggiungere Paesi vicini, voli della Thai Airways, potrebbe essere ancora più conveniente acquistarli insieme al volo intercontinentale; ad esempio la Thai Airways offre la "Discover Thailand Amazing Fare" che permette di acquistare da un minimo di 3 ad un massimo di 8 voli interni a scelta, validi per un periodo di 3 mesi, ad un prezzo conveniente, ma solo se acquistati insieme al volo intercontinentale.

Per i bambini da 0 a 2 anni (infant) quasi tutte le compagnie sono solite far pagare il 10% della tariffa pubblicata, ma in questo caso il bimbo non ha diritto al posto a sedere ed ai pasti a bordo; ciò significa che i genitori devono praticamente tenerselo in braccio per tutta la durata del viaggio. Alcune compagnie offrono l'uso di una mini-culla per i bambini di peso inferiore ai 12 Kg., ma in questo caso i malcapitati genitori saranno costretti a prendere posto nella prima fila di sedili della sezione, quella a 50 cm. dallo schermo dove, anche durante la notte, vengono proiettati i film e le informazioni di viaggio.
I bimbi da 2 a 12 anni (child) hanno invece diritto al posto a sedere ed ai pasti, ma pagano circa il 40-50% della tariffa pubblicata, pari a circa il 75% della tariffa scontata. Ovviamente in questo caso è possibile farsi assegnare un qualsiasi tipo di posto, tranne quelli in prossimità delle uscite di sicurezza.

Al momento della scelta del vettore e del tipo di biglietto è bene tenere in adeguata considerazione la durata della vostra permanenza in Thailandia: molte compagnie aeree non consentono periodi superiori ai 30 giorni tra il viaggio di andata e quello di ritorno. Normalmente i biglietti con maggiore validità o con date "aperte" (possibilità di variare a proprio piacimento la data di rientro) hanno un prezzo anche notevolmente maggiore di quelli convenzionali o a date fisse.
Qualche piccolo suggerimento per non incorrere in spiacevoli inconvenienti:
- presentatevi al check-in con un congruo anticipo (almeno 2 ore per i voli internazionali ed un'ora per quelli interni)
- preparate e controllate in anticipo tutti i documenti di volo
- molti aeroporti richiedono il pagamento di una tassa aeroportuale al momento del check-in che deve essere pagata in valuta locale, preoccupatevi di avere con voi l'importo richiesto (al momento di lasciare la Thailandia dovrete pagare una tassa aeroportuale di 500 THB a persona, bambini inclusi)
- ormai quasi tutte le compagnie non hanno più spazi per fumatori; non provate a fumare "di frodo", ad esempio dentro le toilettes, perchè le sanzioni sono particolarmente severe (il personale di bordo ha il potere di ritirare il passaporto ai contravventori per poi riconsegnarlo all'arrivo dietro il pagamento di un'ammenda molto salata).

Valid HTML 4.01 Transitional CSS Valido!