BANGKOK - THE BIG MANGO


La Capitale, attraversata dal fiume Chao Phraya, è una metropoli popolatissima, inquinata, caotica, ma affascinante che conta oltre dodici milioni di abitanti.

Fondata da Rama I nel 1782, viene tradizionalmente chiamata dai Thailandesi "Krung Thep" (città degli angeli) anche se i giovani Thai di oggi preferiscono identificarla come "Big Mango".
Sviluppatasi, come la maggior parte dei centri di recente costruzione, in modo disordinato, vi accoglierà con la sua atmosfera particolare, con i suoi templi, i suoi grattacieli in perenne costruzione, gli immensi mercati ed i suoi parchi.
Bangkok è una città che ispira forti sensazioni, la si puo’ amare alla follia, oppure odiare con altrettanta forza, ma sicuramente non lascia indifferenti. Città dai mille contrasti, nella quale una cultura millenaria, rappresentata dai tantissimi templi, stride con la modernità rappresentata dai grattacieli e dagli innumerevoli centri commerciali, la ricchezza rappresentata dagli hotel di lusso con la povertà delle sterminate periferie e delle persone che vivono sotto i ponti o per strada.
Bangkok incanta con la sua vita frenetica, tipica di una città che non dorme mai, che vive intensamente 24 ore su 24, una frenesia mediata dalla calma e dalla cortesia dei thailandesi.

Una volta arrivati all’asettico e futuristico Suvarnabhumi Airportl, potrete raggiungere il centro della Capitale con uno dei tanti taxi meter in attesa di fronte alle uscite 3, 4, 7 e 8 del piano terra (Level 1). La tariffa da pagare sara’ la normale tariffa oraria, più 50 THB di tassa aeroportuale e l’eventuale pedaggio della express way. Diffidate dai numerosi individui che vi propongono vetture non regolari o abusive; alla fine vi trovereste a spendere molto di più.

Una valida alternativa al taxi e’ offerta dal nuovo collegamento ferroviario Airport Rail Link. L'Airport Link collega il centro cittadino e l'aeroporto Suvarnabhumi ed ha iniziato la sua operatività il 23 Agosto 2010. Il servizio si articola su due linee: il Link Airport City Line ogni 15 minuti e la Linea Express ogni 30 minuti. Entrambe le linee funzionano dalle 6 a mezzanotte. I treni hanno una velocità massima di 160 chilometri all'ora. La Linea City farà otto fermate in tutta la capitale, a partire Phaya Thai, prima di dirigersi verso l'aeroporto. I treni impiegano 30 minuti da Phaya Thai al Suvarnabhumi. Il prezzo di una corsa sulla linea City è di 15 baht durante il periodo di promozione; dopo il 1 Gennaio 2011 le tariffe andranno da 15 baht a 45 baht, a seconda della distanza percorsa.

Una delle cose che certamente attirerà la vostra attenzione una volta arrivati a Bangkok sarà lo sfarzo ed il lusso di molti alberghi. In questa città, infatti, è possibile trovare un alloggio per ogni tipo di tasca: dal mitico Oriental dell'età coloniale (con suites fino a 3.000 USD a notte !) alle semplici ed economiche guesthouses.

Molti turisti acquistano almeno i pernottamenti dei primi giorni direttamente in Italia, ovviamente a prezzi notevolmente maggiorati, non sapendo che ormai è cosa comune usufruire di numerose offerte speciali prenotando l'albergo via internet o con il classico telefono/fax. Per avere una panoramica degli alberghi di Bangkok che adottano questo tipo di prenotazione è consigliabile collegarsi a siti come Asia Travel - Agoda (com) - Agoda (it) - Asiarooms, migliaia di alberghi on line per ogni tasca e per tutti i gusti.

Vi consiglio di stare a BKK almeno tre giorni oltre a quello d’arrivo, dovreste riuscire ad avere una panoramica di Bangkok quasi completa. I luoghi di interesse turistico principali sono : il Palazzo Reale ed il Wat Pra Keo (quasi 1 giornata), Chinatown (al mattino), Wat Po dietro al Palazzo Reale (scuola nazionale di massaggio thai), giro in barca del fiume, Patpong (mercato notturno, occhio al portafoglio …), MBK, Siam Centre, Siam Paragon (shopping), Chatuchak Weekend Market (solo il sabato e la domenica). Per mangiare provate alla sera il Silom Village in Silom Road, e’ veramente notevole !!!


Cosa fare durante i classici 3 giorni a BKK

Bangkok by Giorgio Nastri Primo giorno:
A seconda dell’ora del vostro arrivo, o andate immediatamente a dormire oppure, se avete dormito durante il volo, muovetevi subito. Se andate a dormire e vi svegliate nel tardo pomeriggio, fate un giretto prima di cena, mangiate e andate un po’ a zonzo; altrimenti vi buttate nella mischia e nel caldo di BKK e cominciate a curiosare in giro. Se ce la fate, riposatevi almeno fino all’ora di pranzo, dopodiché vi cacciate dentro ad uno dei giganteschi “shopping malls” come MBK, Emporium, Siam DIscovery, Siam Paragon (purtroppo i bellissimi Central Word e Zen sono stati pressoché distrutti durante l’ultima tragica primavera) dove c’è l’aria condizionata, qui potete mangiare e trovare ogni sorta di mercanzia .
Dopo aver passato la parte calda del pomeriggio in qualche posto più fresco (almeno fino alle 17.30), potete fare un giro dalle parti del Lumpini Park (a volte ci fanno qualche allenamento di boxe thailandese) oppure andate a vedere la Jim Thompson House (un vecchio edificio di teak dove sono esposti sete e prodotti di artigianato).
A questo punto, una bella doccia e siete pronti per la serata.
Personalmente vi consiglio di andare al Silom Village (si trova in Silom Road a circa 10 minuti da Patpong nello stesso lato della strada). E’ un centro di artigianato molto bello con all’interno un bellissimo giardino con un ottimo ristorante tipico. Andate sul sicuro : riso al forno nell’ananas e anatra al miele ... entrambi semplicemente squisiti. Alla sera fanno anche spettacoli di musiche e danze folcloristiche. Ovviamente il prezzo è rapportato all’ambiente anche se rimane, per il turista, abbastanza accessibile (mediamente si spendono 600-800 Bath a testa). Dopocena a Patpong a curiosare intorno alle bancarelle e, se vi va, a vedere qualche spettacolo particolare ....

Secondo giorno:
Subito dopo la colazione via in taxi (ricordatevi di utilizzare solo i taximeter) verso il Wat Pra Kheo ed il Palazzo Reale; visita al Buddha di Smeraldo, ai vari musei ed ai giardini reali; guardate che a volte all’ingresso fanno delle storie su minigonne o short, per cui andate vestiti decentemente.
Dopo il Palazzo Reale, continuate a sinistra dopo l’uscita e camminate tenendo il muro di cinta sulla sinistra; dalla parte opposta all’uscita (quindi dopo circa 500 mt.) troverete il Wat Po, qui c’è una bella statua di Buddha reclinato circondata da coppe metalliche dove la gente butta alcune monetine; il gioco consiste nell’acquistare per pochi bath una manciata di "satang" (vecchia moneta pari a circa 0,25 bath), partire dalla prima coppa posta all’altezza della faccia del Buddha e gettare una monetina in ogni coppa senza sbagliarsi ... dovrete arrivare a mettere una monetina in ogni coppa senza saltarne nessuna o senza che avanzino monete, se ce la farete avete un roseo futuro, almeno questa è la leggenda. Quasi di fronte al tempio del Buddha, sempre dentro le mura del Wat Po c’è la scuola nazionale di massaggio thailandese dove per pochi soldi potrete farvi massaggiare in maniera egregia.
Se non sarete stanchi, potreste a questo punto attraversare il fiume (davanti al Wat Po c’è un imbarcadero) e raggiungere il Wat Arun o Tempio della Aurora che è lungo la sponda opposta del Chao Praya (il fiume che attraversa BKK).
Cena, budget permettendo, al Floating Restaurant, o presso uno dei numerosi ed eleganti ristoranti sulle sponde del Chao Praya nella Downtown. Se dopo cena avrete ancora energie da spendere, potreste mettere in programma un giro per la Bangkok “by night” ad iniziare dai semplici “beer bars” delle prime traverse della Sukhumvit Road, al raffinato ed elegante Bed SupperClub, ai locali di tendenza come Q-Bar, il Concept CM2 o il Glow

Terzo giorno:
Al mattino in taxi verso China Town a vedere i mercati strapieni di frutta e cibi stranissimi, la stradina dei tagliatori di pietre preziose, le gioiellerie cinesi, ed un sacco di altre curiosità.
Al pomeriggio potreste farvi una bella gita sul fiume, ci sono molte barche collettive che lo fanno, durata circa 2 ore con visita al rettilario (serpenti, coccodrilli ed affini) e visita al museo delle imbarcazioni reali. Se non è cambiato, il giro vi offrirà la possibilità di scoprire un altra BKK fatta di mangrovie, capanne, lance, bambini che fanno il bagno in un acqua pestilenziale, il tutto a 5 minuti dai grattacieli, dai telefonini e dalla civiltà. In alternativa c’è una bella Crocodile Farm a circa 10 km a SE di BKK, allevano i coccodrilli per poi trasformarli in borse, scarpe, ecc. (ce ne sono circa 10.000), qui fanno diversi spettacoli sempre con i coccodrilli, c’è un bel parco con altri animali tipo zoo, il tutto dedicato ai turisti.

Varianti:
Se capitate a BKK nel fine settimana potrete andare al Weekend Market, lungo la strada che va al vecchi aeroporto Don Muang, c’è solo il sabato e la domenica e vi si può trovare veramente di tutto; molti alberghi organizzano gite giornaliere in posti famosi nel raggio di un centinaio di chilometri, tra le altre: il Kwai River dove potrete vedere le rovine (in parte ricostruite) del Ponte sul Fiume Kwai, Ayuttaya l’antica capitale del Siam, il Floating Market, carino anche se fatto solo per i turisti.

Appunti per il viaggiatore

Pietre preziose e gioielli
A meno che non siate esperti intenditori, non fatevi convincere ad acquistare pietre preziose a cifre irrisorie, se volete gioielli o oro andate solo nelle grandi gioiellerie dove vi verrà rilasciata la garanzia internazionale (carta di credito alla mano !!!).

Mercato galleggiante
A nostro avviso è fatto ad uso e consumo dei turisti, quindi abbastanza falso, ma rievoca quello che diversi anni fa poteva essere la realtà. Da tenere come scelta alternativa.

Patpong
Al di là degli spettacoli (discutibili) proposti dai vari locali, è praticamente un mercato notturno per turisti, vi potrete trovare orologi, magliette, oggetti di artigianato, falsi .... insomma tutto quello che troverete anche al mercatino di Patong a Puket o al Night Bazaar di Chiang Mai. Malgrado la sua facciata trasgressiva, Patpong è uno dei luoghi più sicuri di tutta Bangkok, per cui non abbiate timore ad addentrarvi tra le file di bancarelle.

Massaggi terapeutici (ancient massage)
Sono ottimi quasi dappertutto anche se a volte qualcuno improvvisa ... , scegliete i centri specializzati oppure, se siete lungo la spiaggia, scegliete le donne anziane. Per i prezzi per 1 ora si va dai 100 Bath del Wat Po ai 300 ed oltre dei centri specializzati (la differenza è’ dovuta all’uso di unguenti particolari, privacy, presenza di servizi accessori come sauna, doccia, manicure, ecc.).

Orologi falsi
Ce ne sono di tutti i prezzi. Mediamente si va dalle poche centinaia di Bath per un orologio normale fino a qualche migliaio di Bath per un falso d’autore. Ad esempio una copia di Swatch si può prendere a 300/700 Bath mentre una copia di Rolex Submariner veramente impermeabile può arrivare anche a 15.000 Bath. Ricordatevi che l’importante è contrattare, se il venditore vi chiede 10.000 offrite 1000 e poi andate avanti fino ad arrivare a 5000, se però vedete che il venditore non ci sta o non scende oltre una certa soglia, o prendete o mollate (tanto non vi verrà mai venduta merce sottocosto).

Mezzi pubblici e taxi

Molto comodo nelle ore di punta, anche se un po’ caro, è il servizio ferroviario metropolitano o Bangkok Rail Transit Network, composto dalla MRT e dallo SkyTrain. E’ l’ideale per raggiungere i punti nevralgici della città durante le ore di punta, quando una corsa in taxi diventerebbe una inutle e stressante attesa in colonna.
Se preferite il taxi, usate solo quelli con l’insegna "taxi meter" facendo ben attenzione che venga azzerato il tassametro al momento della partenza. I taxy meter non fanno sconti, ma sono sicuri ed economici. In Thailandia è obbligatorio per i taxi esporre all’interno del mezzo la licenza ed in più il mezzo e numerato. In caso di inconvenienti annotatevi il numero della licenza oppure il numero ed il colore del taxi e poi rivolgetevi alla Tourist Police , rintracceranno il mariuolo e vi faranno riavere indietro i vostri soldi. Tenete presente che questa speciale polizia parla inglese abbastanza bene ed ha l’esclusivo compito di proteggere il turista dalle eventuali truffe, dai conti gonfiati dei ristoranti, ecc.
Occhio ai tuk tuk (motocarrozzette), se volete provarli prendeteli verso sera, quando non ci sono troppe macchine a giro, altrimenti vi affumicate (sempre che non vi spiaccichiate contro qualche auto).

Mercato degli Amuleti
A qualche centinaia di metri dall’imbarcadero dietro il Palazzo Reale potrete trovare un tratto di strada dove un sacco di gente vende amuleti, monete e miniature, lo chiamano il Mercato degli Amuleti , io ci sono stato qualche anno fa per cui qualcosa potrebbe essere cambiato ma vale la pena di provare).A proposito di amuleti, noterete che spesso addosso alle persone o attaccati nelle vetture ci sono dei ciondoli contenenti statuine, immagini di Buddha o di monaci, i Thailandesi sono molto superstiziosi (ed a volte creduloni) e attribuiscono a questi amuleti poteri magici o paranormali; ci sono quelli che rendono invincibili, quelli che rendono irresistibili all’altro sesso e quelli che rendono invulnerabili come Highlander !!!. Hanno prezzi variabili dalla decina di bath fino a qualche migliaio e possono essere un simpatico ed economico gadget da regalare ai vostri amici rimasti a casa.

Acquisti
A Bangkok esistono diverse tipi di mercati :
- shopping malls: (MBK, Platinum Fashion, Panthip Plaza, ecc.) prezzi per tutte le tasche, vasta varietà di scelta, vanno bene per acquistare vestiti economici, telefoni cellulari, elettronica, articoli di artigianato.
- shopping center di classe: (Siam Paragon, Emporium, ecc.) per i turisti possibilità di acquisti esenti da tasse (VAT Refund), prezzi a volte (ma non sempre) convenienti, qualità elevata, garanzia internazionale, vanno bene per abbigliamento firmato, gioielli, orologi di marca, elettronica e materiale audio-video di pregio.
- mercati all'aperto: (Pratunam, Chatuchak, Patpong): prezzi bassi, qualità media, marchi rigorosamente contraffatti o perfettamente sconosciuti, vanno bene per acquistare vestiario leggero (magliette, parei, camicie) e oggetti falsi (orologi, accessori griffati, ecc.), vi si può trovare tutto o niente, avendo tempo a disposizione, meritano un'occhiata.
Esistono poi i negozi veri e propri dove è possibile trovare di tutto a prezzi mediamente più bassi dei nostri.

Se volete regalarvi qualcosa di bello e che non vi creerà problemi alla dogana, andate sugli articoli di artigianato in legno (ho trovato degli stupendi vassoi in teak a circa 1000 THB) oppure sugli articoli in cotone (bellissime le fodere dei cuscini in misto cotone e seta, senza imbottitura portano via poco posto in valigia e costano circa 100 THB cadauna).
Per le signore ci sarà solo l’imbarazzo della scelta : pareos, kimono, abiti estivi sono ottimi ed economici acquisti.
Per quanto riguarda i prodotti altamente tecnologici, i computer sono diffusissimi e spesso costruiti in loco, ma i prezzi sono solo un 10-15% inferiori a quelli italiani; il luogo ideale dove trovare quello che cercate e’ il Panthip Plaza a Pratunam. Invece, sono a buon mercato i telefonini e soprattutto gli accessori per i quali i Thailandesi hanno una vera passione : custodie, frontalini in radica, antennine di ogni tipo, batterie, ecc.; il posto più adatto per comprare questo tipo di merce è il MBK.

Una doverosa menzione va fatta all’intero quartiere di Pratunam ed ai suoi negozi e centri commerciali. Se cercate abiti ed accessori questo e’ il posto giusto.
La visita richiede tempo in quanto l’intero quartiere e’ un dedalo di vicoli sormontati da piani di negozi e grandi magazzini dove e’ facilissimo perdersi ed impiegare tempo per ritrovare la via d’uscita. Spicca il nuovo edificio del Platinum Fashion Mall, con i suoi oltre 1.000 negozi esclusivamente di vestiario. Ma è girovagando per i vicoli che compongono la parte più vecchia che si riesce ad assaporare, insieme al caldo opprimente, la tipica atmosfera dei mercati orientali. Gli occhi attirati dai colori delle merci mentre le narici assorbono il profumo degli incensi propiziatori.

Chatuchak:
il chatuchak weekend market si svolge appunto ogni sabato e domenica e vi si contano circa 15.000 negozi, si trova al capolinea della stazione di Mo Chit, con lo Skytrain lo si raggiunge in poco tempo. Vi si possono trovare gioielli, piante, pelletteria di vario genere, antiquariato.

Suan Lum Night Bazar:
è un mercato notturno vicino al Lumpinee Park e si trova qualsiasi cosa a prezzi piu’ vantaggiosi di Patpong, anche se la merce è di altro genere, artigianato, collane fatte a mano, lampade, parei .

Compagnia e massaggi particolari
Pur mantenendo un'atteggiamento critico nei confronti dei cosiddetto "turismo sessuale" e non condividendo affatto l'immagine stereotipata che putroppo spesso si ha della Thailandia, per correttezza di informazione dedichiamo qualche riga anche a questi argomenti. Per un massaggio ... particolare un po’ di tempo fa a BKK era famoso il Caesars, ma se chiedete ai taxisti ognuno vi potrà indirizzare in un posto diverso (a seconda di quanto gli viene in tasca). L’importante è che sia un posto di un certo livello e costo, in modo da essere al sicuro da eventuali imprevisti. Questi massaggi, definiti comunemente "body massages" non hanno nulla a che vedere con il massaggio tradizionale thailandese.
Per quanto riguarda una eventuale "assistenza" femminile, sempre che non partiate in dolce compagnia, non avrete problemi a trovarne in tutto il Paese (è più facile e preferibile nei posti di mare come Puket o Pattaya soprattutto visto che il governo sta cercando di eliminare la brutta immagine che il commercio sessuale dà del Paese). Certo non sarà una compagnia molto disinteressata, ma calcolate gli eventuali e noti rischi e poi decidete autonomamente. Attenzione: se intendete avere compagnia per la notte, accertatevi prima che nell’albergo dove alloggiate siano accettati ospiti extra, altrimenti dovrete questionare con la onnipresente guardia all’ingresso, alcuni alberghi (pochi) non li accettano, altri richiedono il pagamento di un supplemento, altri ancora provvedono a registrare i dati dell’ospite e (spesso) a trattenergli il documento d’identità (per vostra sicurezza) che verrà restituito il mattino successivo.

(articolo e foto by Giorgio Nastri)


Valid HTML 4.01 Transitional CSS Valido!