DOCUMENTI IMPORTANTI


In questa sezione del sito ci permettiamo di ricordarvi, se mai ce ne fosse bisogno, i documenti essenziali per effettuare il vostro viaggio in piena tranquillità. Normalmente tutti questi documenti devono essere custoditi gelosamente, soprattutto durante gli spostamenti. Teneteli sempre nel vostro bagaglio a mano e per nessuna ragione lasciateli nel bagaglio al seguito.

Passaporto
Ricordate che, quando sarete all'estero, il vostro documento più importante è il passaporto. Senza di esso tutto diventerà piu' difficile ed a volte irrisolvibile, per cui non lasciatelo mai incustodito o in posti non sicuri, riponetelo nella eventuale cassaforte dell'albergo insieme ai biglietti dell'aereo ed ai valori. Portatelo con voi solo per le effettive necessità (cambio di T.C., acquisto biglietti aerei internazionali, anticipi e/o cambio di valuta presso alcune banche, uscite temporanee dai valichi di frontiera).
Non lasciatelo mai a qualcun'altro specialmente se non siete sicuri dell'onestà di questa persona (noleggiatori di auto, moto, barche, ecc.).
Per tutti questi motivi è consigliabile portare con se la Carta di Identità, documento legalmente inutile all'estero, che in molti luoghi ed occasioni può venire accettata in luogo del passaporto.
A scanso di problemi, prima della partenza, fatene una fotocopia completa; in caso di smarrimento o furto, la pratica per l'ottenimento di un documento provvisorio sarà molto più semplice.

Patente di guida
Ufficialmente in Thailandia è richiesta la Patente di Guida Internazionale, ma, se si esclude qualche zelante impiegato dei grossi centri di autonoleggio (Avis, Hertz), nessuno si prenderà la briga di controllarla. Anche nel caso in cui incappiate in un posto di blocco, assai difficilmente vi verrà contestata la irregolarità del vostro documento.
Ovviamente, se nel vostro programma sono incluse lunghe percorrenze alla guida di un veicolo, conviene mettersi in regola, mentre se pensate di limitarvi a piccoli e sporadici spostamenti all'interno della località turistica dove soggiornerete potrete anche farne a meno, seppur consapevoli dell'irregolarità della vostra posizione.
Per ottenere il "Permesso Internazionale di Guida" occorre, prima della partenza, presentare domanda all'Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile, con la seguente documentazione:
- mod. MC 746, compilato in tutte le sue parti (si ritira presso gli sportelli Motorizzazione)
- attestazione di versamento di lire 20.000 sul c/c postale n. 4028 (idem c. s.)
- attestazione di versamento di lire 10.000 sul c/c postale n. 9001 (idem c. s.)
- 2 fotografie, di cui una autenticata in bollo (trattenuta dall'Ufficio)
- patente di guida in corso di validità e regolarmente bollata, più una fotocopia della stessa (la patente originale è solo in visione; agli atti viene trattenuta la fotocopia)
Il permesso internazionale ha valità massima di un anno, e comunque non superiore a quella della patente italiana. All'atto del ritiro, portare una marca da bollo da lire 20.000, che sarà applicata ed annullata sul permesso.
Il tempo occorrente per la pratica può andare da 1 a 15 giorni.

Visto
I cittadini di molte nazioni occidentali, tra cui l'Italia, possono soggiornare in Thailandia senza visto e/o spese per una permanenza fino a 30 giorni. Questo tipo di visto può essere esteso in Thailandia, per un periodo massimo di 1 settimana ed al prezzo di 500 bath, presso gli uffici della Immigration Authority of Thailand a discrezione dell'ufficiale preposto.
E' anche possibile uscire, anche per poche ore dal territorio Thailandese, e quindi rientrare ottenendo ulteriori 30 giorni di permesso; è possibile effettuare questa procedura per un numero illimitato di volte.
In alternativa alla precedente soluzione, il turista italiano può richiedere all'Ambasciata Thailandese di Roma (tel. 06-86204381) o al Consolato Generale di Milano un "tourist visa" valido 60 giorni e del costo di circa 20 euro. Questo tipo di visto può essere esteso per ulteriori 30 giorni presso gli uffici della Immigration Authority of Thailand; il costo dell'estensione è di 500 bath e viene ammessa una sola estensione.
Un'altro tipo di visto è il "non immigrant visa" che va richiesto all'Ambasciata Thailandese di Roma e costa circa 25 euro.
Questo tipo di visto deve essere giustificato; visita a famigliari o amici, viaggio di lavoro, viaggio di studio sono considerate buone ragioni per il rilascio di questo tipo di visto.
I titolari di questo visto possono entrare ed uscire dalla Thailandia a loro piacimento, ma almeno una volta ogni 90 giorni.
Le estensioni del visto "non immigrant" sono effettuate a completa discrezione della Immigration Authority con particolare riferimento al motivo, alla documentazione ed all'aspetto del richiedente. Il costo per ogni estensione è di 500 bath. Per alcune particolari categorie di lavoratori, uomini d'affari e pensionati è possibile estendere la durata del visto per un intero anno.

Documenti doganali e di immigrazione
Durante le ultime ore del vostro viaggio aereo di andata, vi verranno consegnati, dal personale di bordo, due foglietti: uno è il Customer Declaration Form e riguarda l'importazione di merci soggette a vincoli doganali, veterinari o fitopatologici; normalmente ci si limita a barrare la casella verde "nothing to declare", a consegnarlo al funzionario preposto all'uscita della sala arrivi del Don Muang, l'aeroporto di Bangkok, ed a seguire il percorso di uscita contraddistinto da una linea verde, mentre quello con la linea rossa porta direttamente nell'ufficio della dogana.
Il secondo modulo, molto più importante, consiste in una vostra dichiarazione in merito al vostro soggiorno, in esso vi si chiede con quale aereo arrivate e con quale intendete ripartire, la vostra destinazione in Thailandia, lo scopo del viaggio, se viaggiate in gruppo o da solo, oltre naturalmente alle vostre più complete generalità. Il modulo si divide in due parti, una relativa all'arrivo (Arrival Card) ed una relativa alla partenza (Leaving Card). La parte relativa all'arrivo verrà staccata a cura del funzionario incaricato del controllo passaporti dei passeggeri in arrivo, mentre l'altra verrà spillata al passaporto e verrà ritirata al momento della vostra uscita dal Paese.
Prestate ben attenzione a non smarrire la parte che vi viene lasciata al fine di non incorrere in problemi ed estenuanti discussioni al momento della vostra partenza.


Valid HTML 4.01 Transitional CSS Valido!