Il monsone




Che cos'è un monsone? E' pioggia? No, il monsone è un vento.
La parola monsone deriva dall'arabo "mausim" e significa "stagione".

E' un sistema di venti periodici caratterizzati da reversibilità stagionale della direzione di propagazione dominante. I monsoni hanno origine quasi esclusivamente termica e sono causati dalle differenze di temperatura tra oceani e continenti. I monsoni predominano specialmente entro la fascia tropicale, le coste indiane, cinesi, indonesiane, thailandesi ,coste della Guinea , della Somalia e dell'Australia.
Regione tipica del monsone è quella del Sud Est Asiatico, dove durante l'estate si stabilisce per un forte riscaldamento una vasta depressione ciclonica, sostituita durante l'inverno da un progressivo raffreddamento, da un grande anticiclone.
Ne consegue, che d'estate spira , proveniente dall'Oceano Indiano, un flusso d'aria caldo-umida alimentato dagli Alisei.
Il monsone estivo attivo da aprile a settembre ( monsone di mare) avanza da Sud Ovest verso Nord lungo un fronte determinato portando ogni anno circa alla stessa data su ogni regione (scoppio del monsone) cielo coperto, tempo burrascoso e piogge molto intense e frequenti.
In autunno si produce l'inversione del monsone accompagnata da violente perturbazioni e spesso da cicloni tropicali (tifoni), causa di estese devastazioni.
Il monsone invernale (monsone di terra), che si manifesta da ottobre a marzo, spira freddo e secco da Nord Ovest verso Sud portando pioggia solo nelle regioni limitate sulle quali arriva dal mare; sulla Cina settentrionale e centrale è più freddo, l'India settentrionale resta invece in parte protetta dalla catena Himalayana e dall'altopiano del Tibet.

In Thailandia i monsoni sono i principali artefici del clima che permettono l'alternarsi di tre stagioni a nord, nord est e centro.
Il monsone sud occidentale arriva tra maggio e luglio e dura fino a novembre. Segue una stagione fresca e secca fino a metà febbraio. Da metà febbraio fino all'arrivo del monsone c' è la stagione calda, caratterizzata, specialmente nella pianura centrale, da un caldo torrido. Il sud della Thailandia è influenzato sia dal monsone che viene da nord est che da quello che viene da sud est. La penisola di Kra e le sue innumerevoli isolette hanno una stagione secca ed una umida.
L'aspetto curioso di questo alternarsi dei monsoni è che quando le isole che si trovano nel golfo della Thailandia sono nella stagione secca, quelle che si trovano dalla parte opposta della penisola, nel mar delle Andamane, sono nella stagione umida e viceversa.
Quindi il turista può recarsi con profitto in vacanza tutto l'anno scegliendo la zona da visitare. Da tenere comunque presente che durante il periodo monsonico estivo le barche non partono per le isole Similan o altre località data la pericolosità del mare e l'acqua poco limpida.
Ma pensiamo anche alla sopravvivenza dell'agricoltura così importante per quel paese. Nelle regioni monsoniche l'equilibrio della vita è regolato dall'attesa della stagione delle piogge. In gran parte dell'India e della Thailandia per esempio l'85% delle precipitazioni annue avviene durante il monsone estivo. Oltre alle piante e agli animali, anche l'uomo ne dipende totalmente. Un ritardo dell'inizio dei venti apportatori di pioggia può provocare, con la rovina dei raccolti, catastrofiche carestie. Nello stesso tempo se le perturbazioni sono elevate possono provocare alluvioni altrettanto catastrofiche, come spesso accade purtroppo.
Ma restiamo un attimo nell'attesa gioiosa per le popolazioni thailandesi all'arrivo della pioggia.
Trovandomi laggiù ho assistito ad un paio di episodi assolutamente festosi che la pioggia benevola regolava cadendo così gratificante dopo tanti mesi di caldo torrido. I bambini festosi raccoglievano cartoni che subito si riempivano d'acqua piovana e li usavano per sguazzarci dentro come in una vasca da bagno pulita. Le larghe foglie degli alberi venivano direzionate una sotto all'altra dall'alto in basso in modo da fermare la pioggia in una foglia per farla cadere alla successiva posta più in basso e così di seguito ed avere una doccia benefica per l'uomo. Se navigherete sul fiume Chao Phrya vedrete delle bellissime giare appoggiate sulle case di legno lungo i fiumi, queste si riempiranno durante il periodo monsonico e l'acqua piovana servirà a lungo e per molteplici usi a quegli abitanti che di certo non possiedono le comodità di tubi e rubinetterie che noi abbiamo a casa nostra.
La pioggia è dunque importantissima nei paesi tropicali, così come il cambiamento delle stagioni lo è per noi.
Nessuno ha mai visto il centro di un monsone, solo la pioggia si vede.
Il poeta Inglese Percy Shelley ci ricorda: "chi può vedere il vento? Né io né voi, ma vediamo gli alberi abbassare la punta delle loro cime e quando la rialzano possiamo dire: Il vento è passato"
E non dimentichiamo il monsone non è pioggia, è vento!


Valid HTML 4.01 Transitional