il profondo Sud

 


La parte della Thailandia peninsulare che assotigliandosi arriva al confine malese non offre vere e proprie località turistiche. Qui le distanze tra un paese ed un altro si allungano e spesso ci si ritrova a percorrere polverose strade contornate da palme e poveri villaggi. Le città principali che si incontrano lungo il percorso dopo Surat Thani, punto di partenza dei collegamenti marittimi con Samui, sono Nakhon Si Thammarat, Trang, Hat Yai, Songkhla e Yala.

Hat Yai

Had Yai è il centro commerciale della Thailandia meridionale ed una classica meta per i fine settimana del turismo malese. E' situata a 1.300 chilometri da Bangkok ed a circa 50 chilometri da Pedang Besar, il confine con la Malesia. La città in sè non offre particolari attrazioni, ma è una buona piazza per lo shopping.
E' raggiungibile con gli autobus di linea che partono dal Sud Bus Terminal di Bangkok due volte al giorno e che impiegano ben 15 ore per giungere a destinazione.
Da Hat Yai esistono servizi regolari che la collegano con la vicina Songkhla in 45 minuti e con Phuket in circa 6 ore.
Diversi treni partono dalla stazione di Hua Lampong Station a Bangkok ogni giorno e raggiungono Hat Yai dopo 18 ore di viaggio. Anche l'espresso internazionale Singapore-Bangkok fa tappa ad Hat Yai.
Voli giornalieri della Thai International la collegano a Bangkok in poco più di un ora.
In questi ultimi anni la città è diventata la meta preferita di molti malesi che, condizionati in casa propria dal rigore delle leggi e della religione, vengono in Thailandia alla ricerca di piaceri e svaghi.

Songkhla

La città è posta a 974 km a sud di Bangkok. Nei secoli scorsi, Songkhla, era conosciuta come Singha-la (Leone) dai commercianti Indiani, Persiani ed Arabi per via della forme delle due piccole isole prospicienti la città dette "Cat and Rat".
Songkhla è una delle più famose spiagge del sud, qui vive una comunità che prospera di pesca, e vanta, fra le principali attrazioni, le amabili spiagge di Samila ed il Great Songkhla Lake dove, nel parco "Khu Khut Waterfowl Park" ampio ben 520 km2, vivono qualcosa come 140 specie diverse.

Alcune attrazioni: Songkhla Golf Course (Thong Yai Golf Course): il percorso di 9 buche è aperto ogni giorno. Son Onn Beach centinaia di pini marittimi offrono una fresca ombra mentre molteplici ristoranti offrono la loro cucina a base di pesce sempre fresco e delizioso. Quest'area è particolarmente attraente e popolata nel tardo pomeriggio e alla sera.

Cat & Rat Islands sono le due isole che caratterizzano il panorama delle spiagge di Son Onn e di Samila.
Khao Seng a circa 3 km a sud di Samila, sul promontorio un villaggio di pescatori Mussulmani dove le caratteristiche imbarcazioni sono decorate a mano con motivi floreali.
Il Songkhla National Museum custodisce oggetti d'arte Thai dalla preistoria ai tempi moderni, e numerosi manufatti archeologici scoperti in luogo.

Le condizioni atmosferiche della zona risentono molto della posizione, per cui è facile che durante la stagione invernale le piogge siano frequenti e di notevole durata.

Il turismo è prettamente locale e spesso non è facile trvare molti "farangs" in giro per la zona.

Yala

E' la provincia più meridionale della Thailandia, è l'unica delle provincie thailandesi meridionali a non avere un'accesso al mare ed il suo panorama si presenta con montagne e foreste.
L'attrazione turistica più famosa è la grande ed antica statua di Buddha, custodita in una grotta al Wat Khuhaphimuk, 8 chilometri dalla città di Yala; la statua è dell'VIII secolo d.C. ed è considerata uno dei tre monumenti più importanti del sud.
Di notevole bellezza sono le cascate di Than To, situate lungo la strada Yala-Betong
Situate in un parco e circondate da alte montagne, queste impressionanti cascate presentano un salto di ben sette livelli.